Abbazie del Veneto, Padova e Marostica


1° giorno: ABBAZIA DI PRAGLIA - PADOVA

Partenza al mattino dalla località concordata. Al mattino visita guidata dell’Abbazia di Praglia, fondata negli anni tra l’XI e il XII secolo, rimase fino al 1304 una dipendenza dell’Abbazia di S. Benedetto in Polirone di Mantova. La visita dell’Abbazia di Praglia rappresenta senza dubbio un’esperienza imperdibile che permette di calarsi nella realtà quotidiana della comunità monastica ma anche di apprezzare le bellezze dell’antico monastero benedettino spaziando tra Medioevo, tardo gotico e Rinascimento.

Durante il percorso nel complesso abbaziale i visitatori potranno ammirare tre dei quattro chiostri (pensile, botanico e rustico), la chiesa abbaziale, la loggetta Fogazzaro, il refettorio monumentale e la sala del capitolo. Trasferimento a Padova per il pranzo libero. Nel pomeriggio visita guidata della città. Padova, la città del Santo e capoluogo di provincia del Veneto, è un ricchissimo scrigno colmo di tesori tutti da scoprire. Arte, cultura, storia e gastronomia, imponenti piazze, vicoli e botteghe, non manca davvero nulla. La città è nota per gli affreschi di Giotto della Cappella degli Scrovegni, del 1303-05, e per la grande Basilica di Sant'Antonio del XIII secolo. La basilica, caratterizzata da cupole in stile bizantino e pregevoli opere d'arte, ospita la tomba del santo a cui è intitolata. Nel centro storico della città si trovano strade con portici ed eleganti caffetterie frequentate dagli studenti dell'Università di Padova, fondata nel 1222.

Al termine trasferimento in albergo nei dintorni. Cena e pernottamento.

2° giorno: ABBAZIA DI FOLLINA – BASSANO DEL GRAPPA E MAROSTICA

Prima colazione e trasferimento all’Abbazia Cistercense di Santa Maria a Follina e visita guidata. Eretta su una precedente edificazione benedettina nel XII sec. rivista in epoca cistercense, l’attuale basilica presenta la tipica costruzione a pianta latina con la facciata rivolta a ponente e l’abside rivolta a levante proprio come prevedeva la simbologia cistercense. All’interno della basilica sono da segnalare tra le pregevoli opere presenti: la grande ancona lignea di stile neogotico costruita da maestranze veneziane nel 1921, copia perfetta dell’originale ancona presente alla chiesa di S. Zaccaria di Venezia. Essa accoglie la statua in arenaria della Madonna del Sacro Calice da sempre oggetto di venerazione e pellegrinaggio da parte dei follinesi e dalle migliaia di fedeli provenienti da tutta Italia. Altra opera da segnalare è lo splendido chiostro, di età precedente alla basilica e perfettamente conservato nell’elegante effetto di movimento creato dalle colonne che lo costituiscono.

Al termine trasferimento a Bassano del Grappa per il pranzo libero nel centro storico dove si può ammirare il Ponte Vecchio o Ponte degli Alpini, collocato nel punto dove il Brenta è più stretto ed è stato ricostruito più volte dopo la guerra.

Nel pomeriggio visita guidata di Marostica, con le mura che incorniciano il profilo del colle Pausolino e i cipressi che fanno capolino tra le rovine del Castello Superiore, sembra essere stata creata più dall'estro bizzarro di un artista che dalle necessità difensive di un condottiero militare. È un autentico gioiellino medievale, incastonato tra i colli che dall'Altopiano d'Asiago scendono verso Vicenza. Al termine viaggio di ritorno con arrivo previsto in serata.

Documento richiesto: carta d’identità valida.

Il programma potrebbe essere invertito.

Il programma può essere personalizzato per un gruppo.


Richiedi i prezzi a:

ivan@consulenzaturismo.com

tel. 034625769

whatsapp 3519793523