Borghi in Umbria, Assisi, Spello, Città di Castello 3 giorni



1° giorno: CORTONA

Partenza al mattino presto dalla località prescelta alla volta della Toscana. Pranzo libero e trasferimento a Cortona per la visita guidata. Cortona è un piccolo borgo medioevale della Valdichiana, in provincia di Arezzo. La città è racchiusa dall’antica cinta muraria etrusca e fu costruita su di una collina. Con la sua posizione sopraelevata Cortona gode di un’ottima e splendida visuale dai vari punti della città. Il simbolo di Cortona è il palazzo comunale, caratterizzato dalla torre con l’orologio e la sua scalinata in pietra serena che si affaccia su Piazza della Repubblica. Trasferimento in hotel per la cena e il pernottamento.


2° giorno: ASSISI - SPELLO

Prima colazione. Intera giornata di visita guidata. Al mattino visita di Assisi, città della pace e città eterna, uno dei maggiori centri religiosi d’Italia per le memorie di San Francesco. Il simbolo di Assisi è la Basilica di San Francesco (eventuali auricolari da pagare in loco), grandioso monumento concepito per l’esaltazione del messaggio francescano nella Chiesa rinnovata. Altro monumento importante è la Basilica di Santa Chiara, nella cui cripta c’è l’urna contenente il corpo della Santa. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita guidata del borgo di Spello. Il borgo si sviluppa tra pianura, collina e monti e rientra a pieno merito tra i Borghi più belli d'Italia. Per Giulio Cesare, Spello era la Splendidissima colonia Jiulia e nei secoli si è mantenuta tale. La cinta muraria vanta sei porte romane intatte, come Porta Venere con le due massicce torri di Properzio in travertino bianco, Porta Urbica e Porta Consolare. Il centro racchiude molti luoghi di interesse in buona parte di culto cattolico, come si evince dalla quantità di campanili visibili anche da fondovalle, tra un cipresso e un leccio. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.


3° giorno: EREMO DELLE CARCERI E CHIESA DI SAN DAMIANO - CITTA’ DI CASTELLO

Prima colazione. Al mattino escursione con minibus locali alla Chiesa di San Damiano e all’Eremo delle Carceri.

Nella Chiesa di San Damiano, il Crocifisso, di cui si vede una copia sull’altare (l’originale è ora custodito nella Basilica di Santa Chiara) parlò a Francesco, dicendogli “Va’ e ripara la mia casa, che come vedi, va in rovina”; l’Eremo delle Carceri invece, è il luogo dove il Santo e i suoi seguaci si ritiravano in preghiera. Sosta nella Basilica di Santa Maria degli Angeli, dove San Francesco scelse di morire. Pranzo libero. Nel pomeriggio sosta a Città di Castello per la visita guidata: simbolo della città è senza dubbio il gruppo di campanili che la rende subito riconoscibile e che rappresentano una sorta di “summa” delle sue stesse vicende storiche, fortemente caratterizzate dalla contrapposizione tra il potere civico e quello religioso.

Al termine viaggio di rientro con arrivo in tarda serata.


Contattaci per informazioni e prezzi.