Eremi Medievali e Castelli in Abruzzo e la Costa dei Trabocchi




16/19 settembre 2021


1° giorno LE TORRI DI AVVISTAMENTO E LE SETTE SORELLE DELLA COSTA TERAMANA

Partenza al mattino presto dalla località prescelta. Pranzo libero lungo il percorso. Visita panoramica da nord a sud lungo la costa teramana dove s'incontrano le “sette sorelle”: Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Pineto e Silvi. Oltre alla natura rigogliosa e al mare incantevole la costa teramana offre caratteristici borghi e antiche torri di avvistamento: la Torre del Cerrano nel comune di Pineto, Torre di Carlo V a Martinsicuro e la Torre della Vibrata ad Alba Adriatica, splendida cittadina conosciuta anche come “la Spiaggia d’argento” per la bellezza del suo litorale. Proseguimento per l’hotel. Cena e pernottamento in hotel.


2° giorno EREMO DI SANTO SPIRITO – ABBAZIA DI SAN LIBERATORE A MAJELLA - ABBAZIA SANTA MARIA ARABONA

Prima colazione. Giornata dedicata al mondo spirituale alle pendici del Parco Nazionale della Majella. Le prime notizie storiche sull’Eremo di Santo Spirito a Majella risalgono al 1.053 quando il futuro Papa Vittore III vi dimorò insieme ad altri Eremiti. Pietro da Morrone, futuro Papa Celestino V, vi arrivò nel 1.246 e lo ristrutturò costruendo altri locali adibiti agli eremiti. Trasferimento per la visita dell’Abbazia di San Liberatore a Majella la cui fondazione è avvolta nella leggenda. Quella più antica, vuole che due patrizi romani donarono a San Benedetto i beni per la costruzione, mentre l'altra lo collega alla vittoria di Carlo Magno sulle forze longobarde nel 781. Una comunità di monaci esisteva già intorno all'884, quando fu compilato il Memoratorium dell'abate Bertario sui possessi di Montecassino nell'Abruzzo teatino. Pranzo libero. Trasferimento a Manoppello per la visita dell’Abbazia di Santa Maria Arabona, costruita nel 1208 dai monaci cistercensi sul luogo dove esisteva un tempio pagano della “Dea Orbona” o sull'ara “Deae Bonae”. Cena e pernottamento in hotel.


3° giorno CASTELLO DI ROCCASCALEGNA – CASTELLO DUCALE DI CRECCHIO- CASTELLO ARAGONESE DI ORTONA

Prima colazione. Al mattino trasferimento a Roccascalegna per la visita guidata del Castello di Roccascalegna (ingresso incluso). Il castello medievale di Roccascalegna, uno dei più suggestivi e possenti d'Abruzzo, si erge superbo su uno sperone roccioso da cui domina il borgo. Alla fortezza si accede salendo una lunga gradinata che conduce al ponte levatoio e quindi al portone, realizzato in rovere massiccio. Da qui è possibile osservare i resti della garitta (casotto della sentinella) che proteggeva l'accesso al castello e una prima torre a pianta circolare. Sulla sinistra dell'ingresso si nota ancora un portale in pietra ornata da un cuore rovesciato. Il castello, proprietà del Comune di Roccascalegna, in seguito alla sua ristrutturazione, è diventato un centro culturale che ospita negli ambienti delle torri e del cosiddetto "magazzino" importanti mostre temporanee. Trasferimento a Crecchio dove si visiterà il Castello Ducale De Riseis D’Aragona che sorge su un colle a cavallo tra il fiume Arielli e il fiume Rifago e si compone di quattro torri di forma angolare e di una imponente cinta muraria. Il 9 settembre 1943 in questo castello fecero tappa il re Vittorio Emanuele III, la regina e il principe Umberto in fuga da Roma dopo l’armistizio dell’8 settembre. Oggi il castello ospita il Museo Archeologico dell’Abruzzo Bizantino e Altomedioevale (ingresso incluso). Pranzo libero. Si prosegue per Ortona con la visita del Castello Aragonese, un autentico gioiello risalente al XV secolo, arroccato sul promontorio a picco sul mare, una suggestiva fortezza risalente al 1450 d.C. che doveva proteggere il porto, dagli attacchi degli Aragonesi. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.


4°giorno IN BICI SULLA COSTA DEI TRABOCCHI

Prima colazione e partenza per San Vito Chietino. Lungo la pista ciclopedonale che costeggia il mare, si farà una meravigliosa biciclettata leggera di circa 2 ore per poter ammirare alcuni tra i più caratteristici “Trabocchi”, antiche macchine da pesca tipica delle coste garganiche, molisane e abruzzesi, tutelate come patrimonio culturale nella Costa dei Trabocchi. Il percorso è molto semplice e ben segnalato; ognuno sceglie di sostare a piacere per fare le foto o rilassarsi. Al termine del giro ci sarà un cestino da viaggio fornito da un ristorante locale con “insalata di mare, frittura di pesce, dolcetto e 1 bibita”. Il cestino potrà essere gustato liberamente seduti sulle panchine di fronte al mare, sugli scogli oppure seduti sulla spiaggia di sabbia. Al termine viaggio di ritorno con arrivo previsto in serata.


Documento richiesto: carta d’identità valida. Il programma potrebbe essere invertito.


QUOTE DI PARTECIPAZIONE

Quota per persona € 495

Bambini 2/13 anni 3° letto € 350

Adulti dai 14 anni in su in 3°letto € 450

Supplemento camera singola € 95

Polizza multirischio obbligatoria AXA (copertura medica, annullamento e covid): adulti € 25, bambini € 15

Tassa di soggiorno da pagare in hotel


Orari e fermate (soggetti a riconferma): Brescia 05.30, Rovato 05.40, Palazzolo sull’Oglio 05.50, Bergamo 06.15 (navetta Val Seriana un’ora prima), Trezzo sull’Adda 06.40, Agrate 06.50, Milano Lotto 07.15, Melegnano 07.45, Lodi 08.15


La quota comprende:

Viaggio in pullman gran turismo

Sistemazione in hotel 3 stelle nei dintorni delle località visitate, Trattamento di mezza pensione

Escursione in bici con noleggio di 2 ore + Cestino da viaggio per l’ultimo giorno

Visite con guide professioniste per il 1°, 2° e 3°giorno

Ingressi al Castello di Roccascalegna e al Castello Ducale di Crecchio


La quota non comprende:

Altri ingressi a musei e monumenti, extra e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”.


Il viaggio viene confermato con minimo 25 partecipanti. Condizioni di vendita e di assicurazione su www.consulenzaturismo.com