Fiume, Abbazia, Fiordo di Lemme, Portoroze 5 giorni



1° giorno: FIUME

Partenza al mattino in direzione della Croazia. Pranzo libero lungo il percorso. Nel pomeriggio visita guidata. Fiume è una città portuale croata sulla baia del Quarnero nel nord Adriatico. È conosciuta come porta per le isole croate. Korzo, la passeggiata principale, è fiancheggiata da edifici di epoca asburgica. Nelle vicinanze, il Teatro Nazionale Ivan Zajc a Fiume, edificio del XIX secolo, è caratterizzato da dipinti di Gustav Klimt sul soffitto. Il Castello di Tersatto, che ospita un santuario religioso, offre vista spettacolare sulle isole della baia del Quarnero. Tempo a disposizione per lo shopping. Trasferimento in hotel, cena e notte.


2° giorno: ABBAZIA (Opatija) e ISTRIA CENTRALE

Prima colazione e visite guidate. Affacciata sul Golfo del Quarnero, Opatija o Abbazia sorge ai piedi del Monte Ucka o Monte Maggiore. Abbazia è un'affascinante città litoranea ricca di storia e di cultura, un'oasi ricca di bellissimi luoghi d’interesse, monumenti, splendidi parchi e affascinanti ville che attendono di essere visitate. Lasciatevi affascinare dall’imperdibile Viale delle stelle e dall’incantevole porticciolo detto Portić e scattate una foto con la Ragazza con il gabbiano, uno dei simboli della città. Pranzo libero. Si prosegue per Pazin, caratteristico paesino nel cuore della penisola istriana, con una ricca storia raccontata dai suoi monumenti: il Castello, la Chiesa di S. Nicolò e il convento francescano. Proseguimento per l’hotel, cena e notte.


3° giorno: ROVIGNO – FIORDO DI LEMME - PARENZO

Prima colazione. Al mattino visita guidata di Rovigno. Tutta la città vecchia è stata proclamata un monumento di cultura, dominata dalla chiesa di Sant’Eufemia, un edificio barocco veneziano. Tre delle sette porte della città sono state conservate fino ai nostri giorni: la Porta di San Benedetto, Portica e la Porta di Santa Croce. Il palazzo della città era una volta il Palazzo Pretorio e i suoi fondamenti risalgono al 1308. Grisia e Carera sono le strade più rappresentative di Rovigno. Al termine, giro in battello penetrando il Fiordo di Lemme. Il fiordo fa parte della valle di Lim, lunga 35 chilometri, che si estende fino quasi al centro dell’Istria, fino alla città di Pazin. Il fiordo in sé è poco più lungo di dieci chilometri, è profondo 30 metri e nella parte più ampia raggiunge i seicento metri di larghezza. Da entrambi i lati è circondato da montagne molto ripide, in alcune parti raggiungono persino 100 metri di altezza. Proseguimento in pullman fino a Porec e visita guidata: Piazza libertà (Trg slobode), la via Decumanus per poi raggiungere le altre vie minori del centro storico. Dalla Riva Ante Šonje, a nord della città, avrete un romantico colpo d’occhio sul versante settentrionale della città, sulla baia Peschiera (Peškera), e sulle parti della città dette Pical e Materada. Rientro in albergo per la cena e il pernottamento.


4° giorno: ISOLE BRIONI – PULA

Prima colazione. Al mattino escursione guidata al Parco Nazionale Isole di Brioni (ingresso, battello e trenino inclusi), un’area naturale protetta che comprende le omonime isole e le acque circostanti. L’escursione sull’Isola Maggiore prevede il viaggio in battello da Fazana e il trenino turistico con il quale si visitano i siti archeologici con i resti della villa rustica romana del I sec. d.C., ed il parco dove zebre, pecore della Somalia, mucche indiane, dromedari, lama ed elefanti vivono in armonia. Rientro sulla terraferma e pranzo libero. Nel pomeriggio visita guidata della città di Pula e del suo centro storico: città affacciata sul mare sorge sulla punta dell'Istria ed è conosciuta per il suo porto, le spiagge e la storia romana. Pula possiede uno degli anfiteatri romani meglio conservati, l’Arena, che risale al I secolo d.C. Venne fatta erigere dall’imperatore Vespasiano ed è il monumento simbolo della città. Rientro in hotel, cena e pernottamento.


5° giorno: PORTOROSE

Prima colazione e partenza per Portorose nota fin dalla fine del XIX secolo per le opportunità legate al divertimento e al relax in riva al mare. Il suo legame con il benessere e la sua fama termale iniziano addirittura nel 1200 quando i monaci del monastero di St. Lovrenca scoprirono gli effetti benefici dell’acqua di mare ad alta concentrazione salina. Partendo da questa preziosa eredità, presero vita i primi complessi termali che grazie alla presenza immutata nel territorio di preziose sostanze naturali e di un clima straordinario, da decenni, continuano ad accogliete persone da tutto il mondo. Mattinata dedicata al relax lungo le rive del mare e allo shopping. Pranzo libero e viaggio di ritorno in Italia.