Folklore Ungherese e la Puzta di Hortobagy 6 giorni


1°giorno ITALIA – UNGHERIA

Partenza al mattino presto per Budapest, sosta pranzo libero durante il viaggio. Arrivo previsto in serata. Cena e notte.


2° giorno: BUDAPEST – GODOLLO - EGER

Prima colazione. Mattinata dedicata alla visita guidata della capitale ungherese. La città è divisa in due dal Danubio: Buda, il quartiere pieno di viuzze romantiche e il brulicante Pest. La parte di Buda è dominata dal Palazzo Reale e dalla Chiesa di Mattia, mentre Pest con i musei ricchi di tesori, gli edifici fantastici in stile floreale, il Parlamento, uno tra i più belli del mondo, la Basilica circondata da vie pedonali e i rinascenti quartieri ebraico e quello dei palazzi offre movimento e vibrazioni. Il Ponte delle Catene, del XIX secolo, congiunge la zona collinare di Buda a quella pianeggiante di Pest. Pranzo libero. Partenza per il Castello Grassalkovich a Gödöllö, località a breve distanza da Budapest, il preferito dall’imperatrice d’Austria e d’Ungheria Elisabetta (Sissi). Il castello è uno dei castelli barocchi più belli di Ungheria. Nella seconda parte del diciannovesimo secolo Gödöllő divenne una residenza reale dove Sissi coi figli e Francesco Giuseppe passavano spesso le loro vacanze di Natale ed estive. Cena e pernottamento a Eger/dintorni.


3° giorno: EGER - MISKOLC

Prima colazione e trasferimento per Eger, città storica dell’Ungheria nord - orientale, immersa in un paesaggio di dolci colline coperte di vigneti. Visita guidata del centro storico con costruzioni barocche e rococò, il minareto turco, le rovine della fortezza del XIV secolo, il Duomo, il Liceum, la Chiesa dei Francescani e Piazza Dobo. Pranzo libero e trasferimento per la visita di Miskolc, capoluogo della contea di Borsod-Abaúj-Zemplén. È situata presso la via che collega i Carpazi con l’Alföld, sul fiume Sajó. Centro agricolo, commerciale (nodo ferroviario) e industriale. Come città fortificata, fece parte nel Medioevo e all’inizio dell’età moderna dell’importante signoria di Diósgyőr. Devastata dai Tatari e dai Boemi e Turchi successivamente, la città risorse a centro commerciale fiorente per l’afflusso di profughi greci dalla Macedonia, verso la metà del 17° secolo. Cena e notte a Miskolc.


4°giorno: TOKAJ – DEBRECEN

Prima colazione e partenza per il pittoresco villaggio di Tokaj, la cittadina vinicola per eccellenza ai piedi dell’omonima collina, coperta da oltre 6.000 ettari di vigneti. Questa zona, inserita tra i siti Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, è molto conosciuta per la produzione del Tokaj Aszù, il vino liquoroso più antico del mondo, quello che il Re Sole definiva come “il re dei vini e vino dei re”. Visita con degustazione in una cantina tipica. Nel pomeriggio visita guidata di Debrecen, seconda città più popolata d’Ungheria: la Chiesa Grande; il Collegio Calvinista, nominato “la Scuola del Paese”, l’edificio del Palazzo Municipale. Debrecen ha avuto la capacità di creare un connubio fra quelle che sono le attrazioni più tradizionali come monumenti storici o musei locali e le proposte turistiche più recenti e innovative. Cena e pernottamento.


5°giorno: PUSZTA DI HORTOBÀGY – LAGO DI TIBISCO

Prima colazione. Giornata dedicata al Foklore Ungherese, nella Puszta di Hortobàgy, un Parco Nazionale facente parte del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Numerosi i cavalli bradi e semiselvaggi, sorvegliati dai mandriani che indossano il caratteristico costume della regione. Si assisterà ad uno spettacolo equestre dei “Csikòs”, i fieri mandriani a cavallo: essere spettatori delle loro ardite evoluzioni sul dorso dei cavalli lanciati al galoppo è uno spettacolo veramente emozionante. Nel pomeriggio, passando dal Lago di Tibisco arriveremo a Budapest per la cena e il pernottamento.


6°giorno UNGHERIA – ITALIA

Prima colazione e viaggio di ritorno in Italia con arrivo previsto in serata. Pranzo libero in autogrill.