Trenatale del Renon. Luci del Natale a Merano e Bolzano




1°giorno - MERANO


Partenza al mattino presto in direzione del Trentino con pranzo libero. Pomeriggio dedicato alla visita guidata di Merano nel periodo dell’Avvento. Merano è la seconda città più grande dell’Alto Adige. Lo scenario unico ed il ricco calendario di proposte culturali ne fanno una cittadina prospera di vita pulsante. Rinomata fin dal XIX secolo come stazione termale, la città è nota per il suo elegante centro con i palazzi in stile liberty, le passeggiate fiancheggiate da una vegetazione mediterranea ed il paesaggio alpino circostante. I Portici, i castelli e le antiche porte di accesso raccontano di una Merano che nel passato è stata centro nevralgico del Tirolo storico. Anche il moderno centro termale si ricollega al suo passato di apprezzata stazione climatica. Nel periodo dell’Avvento il profumo del Natale si spargerà per le strade di Merano, dove mancherà il mercatino a causa delle circostanze che accomunano tutti. La magia che la città emana istintivamente, darà vita a nuove suggestioni d’Avvento. Trasferimento in albergo, cena e pernottamento.


2°giorno - TRENATALE DEL RENON E BOLZANO


Prima colazione e trasferimento a Bolzano. Mattinata dedicata all’escursione libera sulla Valle del Renon, raggiungibile dal centro di Bolzano in 12 minuti con la Funivia del Renon fino a Soprabolzano (€ 10 a/r) e con il Trenino storico, detto Trenatale del Renon in 18 minuti da Soprabolzano a Collalbo (€ 6 a/r). I mercatini di trovano nelle stazioni di Soprabolzano e Collalbo e vi partecipano anche giovani artisti, impegnati a decorare le fermate del Trenatale. Sul trenino del Renon, a scartamento ridotto realizzato sul modello svizzero in voga ai tempi della Belle Époque, si gode di una vista mozzafiato sulle cime delle Dolomiti. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita guidata di Bolzano. La storia, la cultura e le tradizioni di Bolzano hanno definito negli anni quello che è oggi il carattere della città: vivace, poliglotta e sempre in evoluzione. Via dei Portici, costruita nel XII secolo, fu la prima strada di Bolzano ed è ancora oggi il cuore pulsante della città mercantile. Fuori dalle mura della città si ergeva la chiesa paleocristiana che divenne successivamente l’attuale Duomo. Nel 1363 la contea viene ceduta agli Asburgo che regnano fino al 1806 quando il Tirolo diventa parte del Regno di Baviera, all’epoca alleata con la Francia Napoleonica. Nel 1814 il Tirolo ritorna all’Austria e nel 1919 la parte sud del Tirolo, ovvero l’Alto Adige, viene annessa all’Italia con il trattato di Saint Germain. L’italianizzazione fascista prevedeva un nuovo piano urbanistico che dal 1935 modifica radicalmente l’aspetto di Bolzano espandendola verso sud nei nuovi quartieri delle “Semirurali” e nella zona industriale dove prima c’erano solo vigneti e frutteti. Alle h17.30 circa viaggio di ritorno con arrivo in serata.




Condizioni di vendita e assicurazione su www.consulenzaturismo.com